Home  |  Contattaci  |  Link  |   Download   |  Acquista        

 

 
 

Nota 51

Analoghi RH:

-0 buserelina

-1 goserelina

-2 leuprorelina

-3 triptorelina

La prescrizione a carico del SSN, su diagnosi e piano terapeutico di centri specializzati, Universitari o delle Aziende Sanitarie, individuati dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano, è limitata alle seguenti condizioni:

 

- carcinoma della prostata: buserelina, goserelina, leuprorelina, triptorelina;

- carcinoma della mammella: goserelina, leuprorelina, triptorelina;

- endometriosi: goserelina, leuprorelina, triptorelina;

- fibromi uterini non operabili: goserelina, leuprorelina, triptorelina;

- pubertà precoce: leuprorelina, triptorelina;

- trattamento prechirurgico:

· durata di 3 mesi: per gli interventi di miomectomia e isterectomia della paziente metrorragica;

· durata di 1 mese: per gli interventi di ablazione endometriale e di resezione di setti endouterini pervia isteroscopica;

goserelina, leuprorelina, triptorelina.

 

La prescrizione degli analoghi RH non è rimborsata dal SSN per altre indicazioni autorizzate.

Motivazioni e criteri applicativi

Struttura: analoghi dello LHRH.

Meccanismo di azione: le dosi iniziali stimolano la produzione di FSH e LH; un trattamento prolungato determina desensibilizzazione dei recettori ipofisari e inibizione della produzione di entrambi gli ormoni gonadotropi (1). Funzionalmente si determina una condizione di castrazione farmacologica.

Indicazioni.

- Carcinoma prostatico: l'uso clinico di questi principi attivi è soprattutto connesso all'inibizione della produzione degli ormoni gonadotropi (1). La leuprolide in uno studio randomizzato ha mostrato gli stessi risultati ottenuti con il dietilstibestrolo (DES) in pazienti con malattia metastatica (2). La goserelina in diversi trial clinici controllati è risultata efficace quanto l'orchiectomia (3,4). La stessa evidenza si ha anche per la triptorelina (5), la buserelina (6) e la leuprorelina (7). In genere, nella malattia avanzata, entro i primi 3 mesi di trattamento, le risposte obiettive si aggirano intorno al 50%; un ulteriore 25% mostra una stabilità di malattia, mentre il restante 25% progredisce (8).

- Carcinoma mammario: l'uso clinico di questi principi attivi è soprattutto connesso all'inibizione della produzione degli ormoni gonadotropi a seguito dell'induzione dello stato menopausale (9, 10). Questa indicazione è ovviamente limitata alle donne in premenopausa e perimenopausa (che nel caso siano isterectomizzate abbiano un profilo ormonale conseguente) in cui l'espressione dei recettori per estrogeni e/o progesterone sia positiva o sconosciuta (9, 12, 13). Infatti, in queste condizioni i risultati terapeutici sono paragonabili o superiori a quelli della ovariectomia (9).

- Pubertà precoce: il limite inferiore di età per l'inizio della pubertà, ancorché non semplice da definire, può essere stabilito a 7 anni (7-13 anni) per le femmine e a 9 anni (9-13,5 anni) per i maschi (14). Solo la pubertà precoce di origine centrale (pubertà precoce vera o LHRH dipendente) risponde al trattamento con analoghi stabili del LHRH naturale (1). L'uso di analoghi del LHRH è stato raccomandato da un comitato di approvazione della FDA (15). I benefici della terapia per la pubertà precoce includono una completa cessazione del ciclo mestruale nelle ragazze, l'interruzione o un netto rallentamento della maturazione dei caratteri sessuali secondari, il restaurarsi di comportamenti adeguati all'età anagrafica, la prevenzione della maturazione scheletrica precoce; quest'ultimo effetto previene anche la riduzione della statura in età adulta (15, 16).

- Endometriosi: la terapia con reline dell'endometriosi è di elevata efficacia. Scompaiono i dolori, si ha una rapida involuzione degli impianti nell'endometrio ed aumentano le probabilità di successo del trattamento dell'infertilità (17, 18).

- Trattamento prechirurgico: il trattamento per tre mesi con reline di pazienti metrorragiche, in preparazione ad interventi chirurgici sull'utero, porta ad una netta riduzione delle formazioni fibroidi uterine ed aumenta il successo di interventi di tipo conservativo che consentono di preservare la fertilità in donne giovani (19).

 

Bibliografia

1. Conn PM, Crowley WF. Gonadotropin-releasing hormone and its analogs. Ann Rev Med 1994;45:391-405.

2. The Leuprolide Study Group. Leuprolide versus diethylstilbestrol for metastatic prostate cancer. N Engl J Med 1984;311:1281-6.

3. Vogelzang NJ, et al. Goserelin versus orchiectomy in the treatment of advanced prostate cancer: final results of a randomized trial. Urology 1995;46:220-6.

4. Kaisari AV, et al. Comparison of LHRH analogue (Zoladex) with orchiectomy in patients with metastatic prostate cancer. Br J Urol 1991;67:502-8.

5. Parmar H, et al. Orchiectomy versus long-­acting D­Trp­6­LHRH in advanced prostatic cancer. Br J Urol 1987;59:248-54.

6. Sylvester RJ, et al. The importance of prognostic factors in the interpretation of two EORTC metastatic prostate cancer trial. European organization for Research and Treatment of Cancer (EORTC) Genito-Urinary Tract Cancer Cooperative Group. Eur Urol 1998;33:134-43.

7. Kienle E, Lubben G. Efficacy and safety of leuprorelin acetate depot for prostate cancer. The Gemen Leuprorelin Study Group. Urol Int 1996;56 (Suppl 1):S23-30.

8. Robustelli della Cuna FS, Robustelli della Cuna G. Ormoni antitumorali. In: Bonadonna G, Robustelli della Cuna G. Medicina Oncologica. 6° ed. 1999:633-58.

9. Taylor CW, et al. Multicenter randomized clinical trial of goserelin versus surgical ovariectomy in premenopausal patients with receptor-positive metastatic breast cancer: an intergroup study. J Clin Oncol 1998;16:994-9.

10. Jonat W. Luteinizing hormone-releasing hormone analogues - the rationale for adjuvant use in premenopausal women with early breast cancer. Br J Cancer 1998;78 (Suppl 4):S5-8.

11. Harvey HA, et al. Medical castration produced by the GnRH leuprolide to treat metastatic breast cancer. J Clin Oncol 1985;3:1068-72.

12. Marini L, et al. Direct antiproliferative effect of triptorelin on human breast cancer cells. Anticancer Res 1994;14:1881-5.

13. Garcia-Giralt E, et al. Phase II trial of decapeptyl (D-TRP-6), a potent luteinizing hormone-releasing hormone analogue in untreated advanced breast cancer. Am J Clin Oncol 1996;19:455-8.

14. Grumbach MM, Styne DM. Puberty: ontogeny, neuroendocrinology, physiology, and disorders. In: Wilson JD et al eds. Williams textbook of endocrinology. 9th ed. W. B. Saunders Company,1998:1509-625.

15. Boepple PA, et al. Use of a potent, long-acting agonist of gonadotropin­releasing hormone (GnRH) in the treatment of precocious puberty. Endocr Rev 1986;7:24-33.

16. Boepple PA, et al. Impact of sex steroids and their suppression of on skeletal growth maturation. Am J Physiol 1988;255:559-66.

17. Meldrum DR, et al. "Medina oophorectomy" using a long-acting GnRH agonist - a possible new approach to the treatment of endometriosis. J Clin Endocrinol Metab 1982;54:1081-3.

18. Cedar MI, et al. Treatment of endometriosis with a long-acting gonadotropin-releasing hormone agonist plus medroxyprogesterone acetate. Obstet Gynecol 1990;75:641-5.

19. Maheux R. Treatment of uterine leiomyomata: past, present and future. Horm Res 1989;32:125-33.

 
 


 

Software | Download | Acquista on-line
Supporto Assistenza | AggiornamentiSuggerimenti | Segnalazioni
Cartella Clinica Elettronica  Vantaggi | Classificazione ICD9-CM | Documenti e Risorse 
ECM Cos'è l'ECM | Crediti Formativi | Obiettivi
Farmaci Guida ai Farmaci | Farmaci Generici | Note AIFA| Ticket Regionali

In questo sito puoi effettuare acquisti sicuri con:

  

Informazioni : info@softwaremedico.it

Aggiornato il : 19/11/2017

Softvision s.r.l. - Via Cesare Battisti, 101 - 67051 Avezzano (AQ) - P.IVA 01564100665 - Privacy Policy